Il gruppo Richemont al Radar Career Tour: scopri cosa significa lavorare nelle risorse umane

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Marianna Pisani, HR Business Partner e Cristina Farè, HR Manager ci svelano le opportunità di crescita in azienda e le soft skills che non devono mancare in un responsabile HR

Ospite della quinta tappa del Radar Career Tour è il gruppo Richemont, holding che riunisce i Brand più prestigiosi del settore Jewelry & Luxury tra cui Cartier, Chloe, Roger Dubuis , Van Cleef & Arpels, Buccellati e Montblanc.

Nel corso dell’evento moderato in diretta streaming da Stefania Tatone, Career Coach & Talent Acquisition Specialist di Radar Academy, sono intervenute Marianna Pisani, HR Business Partner e Cristina Farè, HR Manager del gruppo. Entrambe hanno esposto ai partecipanti il loro brillante percorso professionale, svelato le competenze trasversali di cui un bravo HR Manager non può fare a meno e fornito preziose informazioni sulle assunzioni in Azienda.

Il concetto di “Lusso” ed il team di lavoro nel gruppo Richemont

“Attorno al concetto di lusso ruotano tanti elementi. Il lusso – affermano le referenti aziendali – è educazione, originalità, un trend in evoluzione. Mai come in questi ultimi tempi, ci siamo confrontati con il tema della sostenibilità, il nuovo valore cardine all’interno del lusso. Le categorie dei beni di lusso che ci caratterizzano sono: hard luxury, cioè orologeria e gioielleria, moda, soft luxury, quei beni di lusso legati principalmente agli accessori e il segmento parfume e cosmetica.”

“La nostra mission – aggiungono – è di promuovere iniziative per un futuro sostenibile, desideriamo proporre e realizzare iniziative aventi lo scopo di stimolare azioni all’interno del nostro perimetro locale, ma allo stesso tempo anche ispirare i nostri colleghi, in modo tale che possano portare nella vita quotidiana una sensibilità nei confronti dell’ambiente, delle persone e della comunità nella quale operiamo. Il nostro team di lavoro si muove su quattro assi: ambiente, quindi ridurre l’impatto ambientale, promuovendo il riciclo e la diminuzione delle emissioni; contribuire al benessere delle persone stimolando diversità e inclusione; comunità, ovvero influenzare positivamente le comunità coinvolte nella nostra catena del valore e incoraggiare le nostre persone a prendere parte ad attività di volontariato locale; materiali, quindi promuovere l’attenzione nella scelta dei materiali, per preservare l’ambiente.”

“Nel 2019, – precisano – abbiamo lanciato le prime azioni attraverso dei contest, come il ‘Paperless’, grazie al quale abbiamo ridotto le pagine stampate. Nel 2018, erano 500mila, l’anno successivo 150mila. Abbiamo lanciato il contest, – proseguono le referenti aziendali – ogni dipartimento era monitorato e quello che a fine anno aveva ridotto maggiormente in percentuale il numero di pagine stampate è stato premiato. Il nostro dipartimento IT si è aggiudicato il premio. Per quest’anno, abbiamo pensato a una serie di progetti: raccolta abiti e beni di seconda mano con Opera San Francesco; webinar sulla salute mentale in collaborazione con Laureus Italia Onlus, che si impegna attraverso lo sport a sostenere minori che vivono in condizioni di forte deprivazione economica e sociale; trasporto sostenibile, quindi bike sharing; diversity, equity e inclusion, attraverso il lancio di una committee e una survey per capire qual è il livello di percezione che hanno i colleghi su questi temi.”

Quali sono le ambizioni del gruppo?

“Coltivare leaders inclusivi, che siano genuinamente curiosi, coraggiosi ed empatici e che possano abbracciare la diversità come un vantaggio competitivo; coltivare una cultura positiva, dove venga riconosciuto il diritto di essere parte della comunità e dove si celebrano i risultati e i contributi di tutti; promuovere la responsabilità individuale, attraverso piccole azioni che possano insieme avere un grande impatto.” Così Marianna e Cristina ci illustrano gli obiettivi dell’azienda. “Siamo in un gruppo dove non mancano gli strumenti per fare tutto questo. Abbiamo una guida sui comportamenti inclusivi, consultabile da tutti i colleghi; nella nostra piattaforma ci sono delle playlist dedicate a questo tema e numerosi gruppi social interni, uno dedicato ai successi professionali delle donne e un gruppo dove parlare di sé stessi, esperienze e diversità. Tutto ciò – rilevano le responsabili HR – non fa altro che accrescere il concetto di condivisione e inclusione all’interno della nostra comunità aziendale.”

“Negli anni, abbiamo valorizzato l’apporto delle internship. Il 35% dei nostri stage si sono trasformati in nuove assunzioni e di queste oltre il 30% sta continuando a crescere nel gruppo. Altro valore fondamentale è la mobilità interna e internazionale. Ciò su cui punta molto il gruppo, captando le esigenze di molti giovani, – proseguono Marianna e Cristina – è favorire proprio la mobilità. Abbiamo una piattaforma nella quale vengono pubblicate internamente tutte le nostre opportunità. L’anno in corso ci ha messo a dura prova per via del Covid-19, non abbiamo potuto rifugiarci nelle nostre attività di formazione ordinaria, ma ci siamo reinventate. E’ stato stimolante mantenere quest’approccio in un periodo in cui la vicinanza non è stata possibile.”

“Il dipartimento HR è fondamentale e strategico nella gestione delle risorse, che sono il ‘cuore’ di un’azienda a prescindere dal prodotto. Quello che facciamo è intercettare le possibili sfumature che potrebbero divenire un problema che danneggia il clima aziendale. Il nostro approccio è quello di valorizzazione dei punti di forza, ma anche il suggerimento e lo stimolo verso le aree di miglioramento. Un bravo HR – ammettono le referenti aziendali – deve capire qual è il vero driver di un determinato talento. Il ‘segreto’ risiede nell’ascolto e nel non dare nulla per scontato”.

L’appuntamento con il gruppo Richemont ti ha colpito? Il Radar Career Tour è lavoro, carriera e azienda. Ma non solo. E’ un format stimolante grazie al quale potrai conoscere i migliori Manager e le più prestigiosa realtà aziendali, scoprire le soft skills e le competenze di cui non puoi fare a meno per essere competitivo sul mercato del lavoro, le sfide a cui prepararti e i consigli per crescere professionalmente.

Tutti i Master in partenza
e in corso di erogazione si svolgeranno regolarmente e nel rispetto delle misure anti-Covid19 per la tutela della salute e della sicurezza.