Cosa fa chi si occupa di risorse umane?

esperto di risorse umane

Condividi questo articolo

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Molti conoscono solo l’aspetto legato alla gestione del personale. In realtà dietro un HR c’è molto di più. Scopriamolo insieme.

Gli inglesi lo chiamano HR (Human Resource) manager, per noi è il Responsabile delle risorse umane: una figura centrale per l’azienda (ma anche per le società di selezione del personale) perché fondamentale nel reclutamento, nella formazione e nella gestione di ogni singolo componente del suo team.

Se hai sentito parlare di un HR come del professionista che si occupa del recruiting (ovvero della selezione e del reclutamento), prima, e della gestione del personale, dopo, sappi che si tratta di una definizione ormai vecchia e sicuramente riduttiva. Oggi, infatti, la figura del responsabile delle risorse umane è in continua evoluzione e sempre più multitasking. Si tratta, dunque, di una professione complessa – per questo fortemente motivante e ricca di prospettive – che si evolve di pari passo con l’innovazione del mercato del lavoro.

HR manager nel terzo millennio: il career coach e il coaching careers

Il responsabile delle risorse umane non è soltanto il professionista che si occupa di selezionare i migliori profili professionali da collocare nei diversi settori aziendali, dopo averli adeguatamente formati. È una definizione ampiamente superata sulla base delle nuove richieste del mercato del lavoro, sempre più esigenti, in cui competitività e specializzazione dettano il ritmo di un’evoluzione continua.

Un HR manager oggi è chiamato anche a seguire e motivare le figure che individua e forma, che si tratti di dipendenti, collaboratori o stagisti. Questo vuol dire che il suo ruolo non si esaurisce una volta completato il percorso di selezione e formazione (che può, e deve, essere costante negli anni di lavoro in azienda) ma si esplica costantemente al fianco della persona allo scopo di sostenerla nel raggiungimento dei suoi massimi obiettivi.

In questo senso si parla di Career Coaching ossia di un’attività di “orientamento alla carriera”, attraverso assistenza e consulenza, allo scopo di definire meglio gli obiettivi professionali della singola figura e renderli funzionali alle strategie aziendali.

Un career coaching ti sarà utile per l’organizzazione e la definizione di alcuni punti chiave della tua carriera, per questo puoi approfittare del nostro servizio gratuito, riservato a tutti gli studenti di Radar Academy: un programma di consulenza di carriera con specialisti del settore che ti guida fino al placement in azienda.

colloquio online

Hai dubbi sul tuo futuro?

Dopo il termine di un percorso lungo e impegnativo come quello universitario i dubbi e qualche timore sono normali.

Per capire meglio quali sono le strade possibili e più veloci per entrare nel mondo del lavoro…

Cosa deve saper fare un HR manager e career coach?

Alla figura deputata ad occuparsi di risorse umane è richiesto di gestire e coordinare tutto quanto concerne il personale di un’azienda: dall’analisi preliminare dei profili professionali al loro reclutamento, passando per la selezione e la formazione, fino alla gestione dei contratti (aspetti retributivi, incombenze burocratiche e rapporti sindacali compresi) e alla valutazione delle carriere.

Quali sono le competenze richieste ad un HR manager

Questo implica il possesso di una serie di skills cosiddette “soft” cioè trasversali e, nello stesso tempo, di competenze “hard” cioè più specifiche del settore:

  • capacità di problem solving per affrontare nuove dinamiche e nuove sfide quotidiane, la cui risoluzione in modo tempestivo si rivela strategica per l’azienda
  • spiccate doti organizzative allo scopo di seguire ogni dettaglio di qualunque percorso lavorativo delle risorse professionali all’interno dell’azienda
  • abilità comunicative perché una comunicazione chiara è una comunicazione efficace e, dunque, funzionale al raggiungimento degli obiettivi indicati
  • capacità di ascolto ed empatia: dall’altra parte, un buon career coach deve anche saper ascoltare e comprendere le richieste della figura professionale che affianca mettendo da parte ogni giudizio personale
  • capacità di negoziazione nella risoluzione dei conflitti tra le parti e di stimolo dell’intelligenza emotiva (ossia la capacità di analizzare e gestire le proprie emozioni allo scopo di raggiungere determinati obiettivi)
  • creatività: le abilità di un manager delle risorse umane che voglia anche rappresentare una guida per il percorso professionale delle figure che segue devono comprendere la capacità di affrontare le sfide approntando piani strategici “creativi” (e non disegnati per forza sugli schemi tradizionali)

Delle “hard skills” ne abbiamo parlato nel paragrafo delle mansioni.

Come puoi diventare Hr manager in meno di 12 mesi

Non esiste un corso di laurea dedicato a questo profilo professionale. Per diventare HR manager si parte da un corso di studi tradizionale (psicologia, scienze umane o anche economia o giurisprudenza) e, dopo la laurea specialistica o triennale, è necessario seguire un master. Sul mercato ce ne sono molti, ma è importante selezionarne uno qualificato che garantisca:

  1. formazione completa che puoi avere grazie al Master in Management delle Risorse Umane di Radar Academy
  2. esperienza sul campo attraverso uno stage dopo il master. Con Radar Academy lo stage è garantito e retribuito per tutti coloro che scelgono questa opzione.
  3. Un valido supporto di un esperto in grado di orientare non solo le tue scelte presenti in termini di formazione attraverso un bilancio delle competenze, ma anche e soprattutto di aiutarti a cogliere le opportunità del mercato – cioè le offerte di lavoro – nel modo più corretto possibile, rendendo massime le possibilità di successo per te.

Condividi questo articolo

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli Correlati

Crediti

ASSOCIATA
ASSEPRIM
AUTORIZZATA
MINISTERO DEL LAVORO
ASSOCIATA
ASFOR
AUTORIZZATA
REGIONE LOMBARDIA
SUPPORTIAMO
AIDP