I Social Network più usati dagli italiani sui quali dovrebbero investire le aziende nel 2023

Gruppo di persone legge la ricerca di BlogMeter dedicata ai principali Social Network

Se da una parte oggi le aziende sono chiamate a costruire la propria presenza anche nel mondo digitale, dall’altra è opportuno fare delle scelte, soprattutto se parliamo di Social Network.

Essere sui Social Network, per un’azienda che guarda al futuro, è senza dubbio importante, ma non è possibile affermare che la scelta del social sul quale investire è qualcosa di accessorio. Costruire una presenza nel mondo digitale significa conoscere nel dettaglio principi e funzionamento dei singoli strumenti, con l’obiettivo di scegliere quello più idoneo al raggiungimento degli obiettivi desiderati.

Se l’indecisione sembra avere la meglio potrebbe essere utile prendere in esame i Social Network più utilizzati dagli italiani. Ad affrontare il tema BlogMeter che quest’anno presenta la sesta edizione dell’ormai consueta ricerca annuale dal titolo Italiani e Social Media, con l’obiettivo di restituire dati interessanti sulle abitudini degli italiani in relazione ai Social Network.

1003 gli italiani digitali intervistati, ognuno dei quali iscritto almeno ad un Social Network, con un’età anagrafica che oscilla tra i 15 e i 65 anni e la residenza nelle zone Nord-Ovest, Nord-Est e Centro Italia, Sardegna, Sud e Sicilia.

Presentata in anteprima al Assirm Marketing Research Forum il 12 ottobre 2022, la ricerca offre numerosi spunti per pianificare, elaborare strategie e promuovere il proprio core business nel mondo digitale.

La classifica dei Social Network più usati dagli italiani secondo BlogMeter

Essere sempre aggiornati sulla classifica dei Social Network più amati dagli italiani è fondamentale, soprattutto per coloro che operano nei reparti Marketing e Comunicazione di realtà imprenditoriali che investono nella comunicazione e promozione digitale. 

Di seguito una panoramica della situazione attuale e alcuni consigli su come sfruttare queste conoscenze.

YouTube

La possibilità di postare video e non solo immagini e testo ha cambiato profondamente le preferenze che le persone hanno nei confronti dei contenuti stessi. YouTube ne è una chiara testimonianza, confermato anche dal 92% degli intervistati che dice di preferirlo agli altri. Ed ecco che YouTube finisce in vetta al podio dei Social più utilizzati del 2022 e si pone come uno strumento in grado di far decollare business desiderosi di crescere.

Facebook

Nonostante una leggera flessione, Facebook conquista la seconda posizione e conferma la sua notorietà tra nativi digitali e non. Millenials, Gen Z, Gen X e Boomer si ritrovano a condividere l’utilizzo di uno strumento che non sembra risentire del divario generazionale. La facilità di utilizzo da una parte e la possibilità di stringere connessioni e di postare contenuti senza troppi limiti dall’altra, lo rendono uno dei social adatto a tutti, senza alcun limite di età. L’88% degli intervistati afferma di avere la propria identità digitale grazie a Facebook e non intende cambiare.

Instagram

È il social della Gen Z e dei Millennials, nonché il luogo ideale per seguire i propri influencer del cuore. La comunicazione di Instagram, prevalentemente visiva, lo rende uno dei social più performanti per tutte quelle aziende che si rivolgono al consumatore finale e che hanno come core business la vendita di beni. Tra gli utilizzatori di questo Social non mancano coloro che appartengono alla Gen X, dato importante per quelle realtà che intendono veicolare sul mercato prodotti destinati ad un target nato tra il 1965 e il 1980.

LinkedIn

Dove si ritrovano oggi i professionisti che vogliono fare networking anche quando non ci sono le condizioni per uno scambio “vis a vis”? Su LinkedIn, il Social Network dedicato allo scambio e alla soddisfazione del bisogno relazionale in ambito professionale. A preferire LinkedIn sono i Millenials, la generazione che ha una maggiore familiarità con la comunicazione, i media e le tecnologie digitali, conosciuta anche per un’accentuata espressione della propria personalità e individualità.

Twitter

Se qualcuno lo dava per perso, evidentemente deve ricredersi. Twitter è ancora tra i Social Network più utilizzati nel nostro paese. Negli anni è stato bravo a ritagliarsi un posto di tutto rispetto nel mare magnum della comunicazione digitale, posizionandosi tra gli strumenti ai quali ricorrere per informarsi in breve tempo. Non è casuale, infatti, che Twitter sia utilizzato in gran parte anche da Istituzioni, Enti Pubblici, Politici e personaggi influenti nel panorama dell’informazione online. Il 96% degli intervistati dichiara di utilizzare i Social Network proprio per informarsi e Twitter permette al tempo stesso di soddisfare questo bisogno e di risparmiare tempo.

Pinterest

Anche Pinterest è nella rosa dei Social Network più utilizzati, con un pubblico femminile nettamente superiore rispetto a quello maschile. La sua posizione in classifica ci dice che forse non è un social da sottovalutare, soprattutto per le aziende che vogliono vendere online o che puntano a incrementare il traffico sul proprio sito web. Se vi state chiedendo perché la motivazione è più semplice di quanto si possa pensare: Pinterest soddisfa il bisogno di ispirazione insito nelle persone, offrendo idee su ambiti molto diversi fra loro, dall’arredamento alla cucina, senza dimenticare tutto il mondo del beauty e del dress code.

TikTok

Si è guadagnato una posizione di tutto rispetto nel panorama dei Social più apprezzati e rappresenta sempre più uno strumento strategico per le aziende.

il 41% degli intervistati – uomini e donne di età compresa tra i 15 e i 75 anni – afferma di preferirlo a tutti gli altri e di non cambiare idea, almeno per tutto il 2023. Nulla di così strano se si leggono con attenzione i dati emersi dalla ricerca di BlogMeter: la maggior parte delle persone afferma che i Social Network hanno il compito di intrattenere e questo TikTok sembra saperlo fare davvero bene.

Ti senti così a tuo agio con i Social Network che vorresti trasformare la tua passione in un lavoro? Profili quali Social Media Manager, Digital Communication Manager, Content Manager sono tra i più ricercati dalle aziende. 

Intraprendere percorsi formativi specialistici, come quelli offerti dalla Business School di Radar Academy, permette fin da subito di mettersi in gioco, grazie alla presenza di un corpo docente proveniente da grandi realtà e multinazionali e lo stage gratuito e garantito in azienda.

Leggi nel dettaglio il programma del master in Comunicazione Digitale e Social Media Marketing. Si tratta di un percorso pensato per diplomati e laureati che desiderano intraprendere un percorso di carriera nel mondo della comunicazione digitale. Dubbi, perplessità, domande? Puoi rivolgersi al servizio Consulenza di Carriera per ricevere tutte le informazioni che desideri.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin