Assessment: cosa c’è da sapere?

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Che cos’è l’Assessment? La parola assessment deriva dal latino assidere, “sedere come giudice”. In inglese significa valutare, ossia “accertare il valore (di qualcosa)”.

L’Assessment è una metodologia di valutazione che permette di verificare se un candidato possiede le competenze giuste per ricoprire una determinata posizione in azienda.

Ma quali sono le competenze personali più richieste?

In genere si valutano le capacità di: analizzare e risolvere un problema, prendere decisioni, affrontare efficacemente situazioni complesse, raggiungere obiettivi in collaborazione con altre persone, gestire le relazioni interpersonali.

Come si svolge un Assessment?

Un Assessment può svolgersi in una o più giornate. Solitamente si tratta di esercitazioni di tipo cooperativo o competitivo che replicano la realtà operativa dell’azienda.

L’agenda tipo di un assessment prevede i seguenti step:

  • Presentazione dell’azienda e dell’assessor e anticipazioni sulle attività programmate
  • Presentazione dei candidati
  • Esercitazione
  • Debriefing dell’assessor
  • Colloqui individuali

Ecco alcuni esempi di Assessment:

Role Playing: è una tecnica che consiste nel riprodurre situazioni lavorative complesse, immedesimandosi in un determinato ruolo che coinvolga emotivamente.

Business Game: sono giochi di ruolo in un contesto lavorativo simulato. Si crea una discussione di gruppo che verte su tematiche aziendali e che richiede di compiere determinate decisioni.

Negoziazione: si propongono discussioni di gruppo e si assegna a ciascun canddiato un ruolo ed un obiettivo ben precisi.

Case presentation: consiste nell’elaborare e presentare in pubblico un caso di strategia aziendale.

In basket: il candidato assume il ruolo di manager e deve risolvere dei problemi. In particolare, deve decidere cosa affrontare personalmente e cosa delegare ai propri colleghi e con quale priorità.

Obiettivi dell’Assessment:

Ogni prova viene monitorata da uno o più osservatori, detti Assessor, i quali hanno il compito di valutare le attitudini personali e la motivazione di ciascun candidato attraverso i loro comportamenti, azioni e interazioni. Oggetto della valutazione non è la soluzione del problema ma il processo mediante il quale la si è raggiunta.

L’Assessment si rivela utile per più scopi: si può capire se il candidato potrebbe integrarsi facilmente con il team e, ancora, se nel raggiungimento di un obiettivo, è più portato a ricevere informazioni precise da seguire minuziosamente oppure se è solito utilizzare un proprio metodo di lavoro.

 

Perché scegliere di fare un Assessment?

Spesso l’Assessment viene preferito ai colloqui classici perchè, nel caso di valutazione di gruppo, permette di fare una preselezione dei candidati, vedendone tanti contemporaneamente. Inoltre, si può vedere il candidato in azione simulando situazioni che facciano emergere le sue capacità.

È importante sapere che il motivo per il quale viene organizzato un Assessment è principalmente quello di vedere come si comporta ciascun candidato quando deve prendere una decisione di gruppo.

Non ci sono comportamenti giusti o sbagliati in quanto ciascuna azione viene valutata in base alle competenze che l’azienda sta cercando. Si può prediligere, ad esempio, tanto la leadership quanto la capacità di gestire i conflitti e far conciliare pensieri diversi.

Consigli utili per affrontare un Assessment
Essere se stessi si rivela una scelta vincente in quanto consente di capire se ci si trova nell’Azienda giusta e se si avrà la possibilità di esprimere le proprie competenze e potenzialità.

La puntualità è un aspetto importante perché consente di dare inizio alle dinamiche di gruppo e di rispettare i tempi prestabiliti per raggiungere un determinato obiettivo.

Lo standing è un altro elemento da non sottovalutare: avere un aspetto curato ci fa percepire più professionali e incoraggia il Recruiter a pensare che la stessa cura che dedichiamo al nostro aspetto, la riserveremo anche al nostro lavoro. È bene informarsi sul tipo di ambiente che c’è in azienda per dedurre quale potrebbe essere il dress code più adatto.

Partecipare in modo attivo e proattivo alle dinamiche di gruppo dimostra interesse e motivazione rispetto alla posizione alla quale ci si è candidati e fa acquisire maggiore consapevolezza delle proprie capacità.

Radar Academy offre a tutti i suoi Allievi l’esperienza dell’Assessment: un’occasione per incontrarsi e mettersi in gioco in una prova che facilita l’apprendimento delle soft skills più richieste in ambito aziendale. Il focus è sulle seguenti capacità: leadership, creatività, team working, flessibilità, gestione della relazione e comunicazione. Inoltre, durante l’intero percorso di Master, ciascun Allievo affronta molteplici esercitazioni e laboratori che rendono stimolante ogni momento di formazione, oltre a consentire l’immediata applicazione del sapere teorico.

 

Margherita Cervicato