Lavorare nelle Risorse Umane: prospettive e opportunità di carriera.

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il settore Risorse Umane o Human Resources, spesso abbreviato in HR, offre un percorso professionale affascinante e ricco di prospettive. Lavorare nelle Risorse Umane è una delle aspirazioni di molti laureandi e laureati che vogliono iniziare una carriera che può diventare molto soddisfacente e può permetterti di entrare in ogni tipo di azienda – piccola o grande – dopo aver concluso gli studi.

I professionisti delle Risorse Umane si occupano principalmente della gestione del personale in azienda, sia per quanto riguarda l’aspetto amministrativo che quello organizzativo. Lavorare nelle Risorse Umane implica non solo saper curare il processo di selezione del personale, con l’obiettivo di identificare i candidati ideali sul mercato, ma anche garantire un continuo aggiornamento delle professionalità presenti all’interno di un’impresa.

I responsabili delle risorse umane si occupano anche della valutazione delle prestazioni sul lavoro, dell’organizzazione aziendale, delle politiche retributive e delle dinamiche contrattuali.

Se questa è la tua aspirazione e ti vedi bene in questa posizione, ti diamo qui un quadro completo di quel che può diventare il tuo lavoro. Iniziamo!

Quale laurea ci vuole per lavorare nelle risorse umane?

Le risorse umane sono un settore piuttosto vario che permette a laureati di diverse discipline di accedere a offerte di lavoro e colloqui di selezione. Generalmente, tra i requisiti formativi per un HR Junior, ovvero un addetto alle risorse umane alla prima esperienza sono:

  • Avere conseguito una laurea magistrale o triennale in discipline umanistiche, psicologiche, sociologiche, economiche, giuridiche o scientifiche
  • Aver frequentato un corso o un master in Management delle Risorse Umane, titolo che viene considerato necessario in molti annunci
  • Conoscere la lingua inglese (specie nelle aziende più grandi o multinazionali)

Al livello statistico, la maggior parte degli addetti HR ha una laurea in discipline umanistiche o psicologiche.

Secondo una ricerca di Almalaurea nella quasi totalità dei casi le persone che oggi lavorano nelle Risorse Umane hanno una laurea magistrale e hanno seguito un percorso di studi del gruppo disciplinare Psicologico (25%) Economico-statistico (22%) o Politico Sociale (20%). In particolare puntano molto sull’indirizzo di Psicologia (25%) e di Scienze economico-aziendali (17%), meno spesso si trovano laureati in Giurisprudenza (9%), Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità (6%) o Relazioni internazionali (5,5%).

Come fare per lavorare nelle risorse umane?

Come hai notato sicuramente dai dati precedenti, non esiste una laurea che forma specialisti nelle risorse umane. Dunque ciò che puoi fare per diventare competente in questo settore e avere la possibilità di entrare nel mondo delle HR è fare un corso post-laurea, preferibilmente un Master in Management delle Risorse Umane che ti possa fornire innanzitutto un titolo immediatamente spendibile sul mondo del lavoro  e, naturalmente, anche le competenze per iniziare subito a lavorare in un contesto professionale.

CTA Blog

 

Perché lavorare nelle Risorse Umane

La carriera nelle risorse umane richiede dunque un percorso professionale altamente qualificante, ma quali i motivi per i quali questo settore è tanto ambito?

Tra i principali motivi:

  • Perché un HR Manager ricopre una posizione d’influenza e responsabilità: lavorare nelle Risorse Umane significa svolgere compiti che richiedono grandi responsabilità. Sono attività che possono influenzare il futuro d’azienda attraverso decisioni strategiche. L’ufficio Risorse Umane è dunque molto importante.
  • Buone retribuzioni: avendo ruoli strategici in qualsiasi contesto organizzativo, anche gli stipendi sono mediamente alti.
  • Sviluppo delle potenzialità delle persone: gli esperti HR possono indirizzare altre persone verso nuove opportunità di carriera. Si tratta per questo di un lavoro molto interessante che dà grandi soddisfazioni anche al livello umano.
  • Flessibilità e dinamicità: lavorare nelle Risorse Umane significa svolgere una professione dinamica e che consente di approfondire aspetti interessanti del mercato del lavoro e di essere sempre aggiornati sulla situazione delle aziende nel nostro Paese. In questo modo puoi essere flessibile e dinamico tu stesso e approfittare di grandi opportunità di carriera.

Ruoli nelle Risorse Umane: i profili più ricercati

I profili più ricercati dalle piccole e medie imprese italiane nell’ambito delle risorse umane sono:

  • HR Officer (Direttore delle Risorse Umane), ovvero colui che elabora politiche a favore dei dipendenti e della loro posizione. Un ruolo particolarmente significativo per il team e per ogni singolo lavoratore. L’HR Officer ha il compito di migliorare competenze mentre i dipendenti trascorrono del tempo all’interno dell’azienda;
  • Recruitment Researcher (Tecnico di selezione). I responsabili dei processi di selezione hanno il dovere di implementare strategie in grado di identificare i talenti e quindi i candidati ideali in linea con le esigenze dell’azienda;
  • Consulente di reclutamento indipendente, ovvero il profilo di un professionista che fornisce la sua consulenza on-demand. In questo caso non si tratta di un dipendente ma di un esterno che può offrire la sua professionalità a più aziende. Molte piccole e medie imprese scelgono questa figura per ottimizzare i tempi e soprattutto i costi aziendali;
  • Tecnico di formazione, la figura incaricata allo sviluppo professionale dei dipendenti e quindi alla loro formazione durante il periodo di lavoro in azienda. L’obiettivo principale è quello di interpretare le esigenze formative del team e trovare la soluzione migliore.
  • Amministratore del personale, una figura professionale all’interno dell’ufficio HR incaricata alla gestione del team sotto il profilo amministrativo. Si occupa, quindi, di buste paga, legislazione sul lavoro e contratti/rinnovi dei dipendenti.
  • Recruiter, gestisce l’intero processo di reclutamento, dalla creazione di annunci di lavoro all’assunzione del candidato migliore.

Se hai difficoltà a individuare il percorso di carriera che per te potrebbe essere il più giusto puoi rivolgerti a un Career Coach, ovvero un consulente di carriera, che ti saprà indicare gli sviluppi più interessanti e giusti per il tuo profilo professionale, per la tua formazione, per il tuo appeal.

Voglio lavorare nelle risorse umane! Cosa posso fare subito?

Se ti sei appena laureato oppure hai quasi completato il tuo percorso di studi universitari e ti manca davvero poco, puoi iniziare a sviluppare la tua carriera nelle HR da subito con un , una specializzazione fondamentale e richiesta che puoi avviare anche mentre completi gli studi accademici.

Il percorso che ti offre Radar Academy è pensato proprio per chi è ancora impegnato negli studi o lavora e vuole accelerare la sua carriera: è in formula weekend (quindi lezioni sabato e domenica) e ti permette di entrare subito in contatto con grandi aziende che sono disposte a inserirti subito in stage.

Il percorso ti offre un approfondimento sui temi più importanti che dovrai affrontare una volta al lavoro e ti aiuta anche a metterli in pratica subito attraverso un periodo di stage retribuito e garantito (se ne fai richiesta). A lezione incontrerai manager d’azienda e tecnici del settore, persone che hanno esperienza diretta in ciò che spiegano in aula:

In più tutti gli studenti sono seguiti fino all’inserimento in azienda da un Career Coach che può aiutarti a capire qual è il percorso migliore e più vantaggioso per te.