Digital recruiting: cosa rivelano i dati di WeAreSocial

digital recruiting

Condividi questo articolo

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Come ogni anno, sono stati pubblicati i dati che raccontano come il mondo utilizza e guarda al virtuale: dati che dicono molto su cosa accadrà nei prossimi mesi nel campo del social media recruiting.

È sotto gli occhi di tutti che la pandemia ha cambiato (anche) il mondo del lavoro: quello tradizionale, in ufficio, in molti casi è diventato smartworking “a tempo indeterminato” e ben al di là delle decisioni del governo che hanno prolungato la possibilità di restare da remoto fino al 30 giugno prossimo.

Quello che si vede meno, invece,  è che il Covid 19  ha cambiato anche il modo di cercare lavoro: sulla scia della sempre più crescente digitalizzazione e dell’avvento ormai imponente dei social network nelle vite di tutti noi, infatti, l’emergenza sanitaria ha dato una spinta in avanti decisa al digital recruiting.

Cos’è il digital recruiting e cosa vuol dire

Il digital recruiting è il metodo che i responsabili delle risorse umane e i recruiter utilizzano per trovare profili validi e interessanti per le posizioni aperte usando prevalentemente o esclusivamente la tecnologia digitale.

Prima di oggi era stata sperimentata solo da grandi aziende e multinazionali mentre ora è candidata a diventare una strategia adottata su larga scala.

Per questo motivo, se ti affacci adesso al mondo del lavoro, non puoi ignorarla: i recruiter cercano sempre più i loro i candidati ideali on line e i social sono il principale “punto di incontro” tra domanda e offerta. Se non ne sai nulla, comincia con il costruirti un’immagine digitale utile allo scopo: qui ti spieghiamo come creare un profilo social a prova di recruiter.

Ora che sai qual è la prima, imprescindibile, operazione da fare perché il tuo cv attiri i contatti giusti, ti anticipiamo perché nei prossimi mesi i social faranno “volare” il digital recruiting.

Digital recruiting: cosa dicono i dati sulla digitalizzazione

Per farlo ti riportiamo i dati del Report Digital 2022 di WeAreSocial Italia, un resoconto annuale dello scenario digital e social nel mondo e in Italia, che aiuta a comprendere il comportamento sociale delle persone prendendo in considerazione le piattaforme più utilizzate e i dati di utilizzo in modo estremamente analitico.

L’ottava edizione del Digital Report di WeAreSocial si basa sui dati dello scorso anno mettendoli in relazione con gli anni precedenti per individuare dei trend e le evoluzioni del settore. Ecco gli aspetti più rilevanti che interessano il nostro Paese:

  • Come era prevedibile, sempre più persone sono connesse ad Internet: quasi 51 milioni, +1,7% rispetto al 2020
  • Aumentano anche le persone attive sulle piattaforme social: oltre 43 milioni, +5,4% rispetto all’anno precedente
  • tra le motivazioni principali che portano le persone in Rete c’è la ricerca di informazioni, notizie e attualità (effetto della pandemia)
  • la stragrande maggioranza degli utenti online, però, non naviga solo per cercare informazioni o connettersi sui canali social: nel mondo digitale si stanno aprendo nuove opportunità che vanno dai contenuti cross-culturali al social commerce, fino all’adozione delle criptovalute.
  • di riflesso sono scese in maniera sostanzialmente proporzionale alcune delle principali attività svolte online ed offline, specie per questioni di intrattenimento: moderatamente, vanno giù gli ascolti di televisione, radio, podcast, e le attività di gaming
  • le piattaforme più frequentate sono quelle del mondo Meta: WhatsApp, Facebook e Instagram, segue Messenger

Ti riconosci in questi dati?
Come, questo scenario, cambierà la ricerca di lavoro e l’analisi delle competenze dei candidati?

Master in Digital e Social Media Recruiting

Master in Digital e Social Media Recruiting

Durata totale 6 mesi
Scegli Live Streaming oppure in Presenza (13 sedi in Italia)
Stage Retribuito Garantito
Consulenza di Carriera inclusa

Digital recruiting: perché è tra le tendenze più importanti del settore HR 2022

Sulla base di questo utilizzo del mondo virtuale, gli esperti di settore stimano che gli uffici HR delle aziende svolgeranno sempre più le loro attività di recruiting tramite la ricerca digitale.

Sulla base dei dati forniti da WeAreSocial, è ragionevole ipotizzare che gli strumenti più utilizzati per il digital recruiting saranno proprio i social network,oltre ai siti dedicati al lavoro e ai portali delle agenzie di recruiting.

Allo scopo sono stati messi a punto veri e propri sistemi di report e di HR Analytics (Human Resources Analytics), che tramite l’applicazione di modelli di intelligenza artificiale e algoritmi funzionali puntano ad ottenere dati obiettivi per poter esaminare i candidati. Tanto che nel settore sono nate diverse start up impegnate nel progettare software in grado di effettuare un’analisi delle competenze trasversali e dei tratti comportamentali di un individuo, possibile candidato.

Al centro, però, restasempre la persona: puntare sul digitale tenendo alta l’attenzione sul fattore umano è la tendenza nella tendenza, dicono gli esperti.

Digital recruiting: quali sono i vantaggi per la selezione dei candidati

Il digital recruiting (in generale) e il social recruiting (in particolare) mettono in comunicazione le principali realtà aziendali e i giovani laureati o laureandi attraverso modalità più snelle di reclutamento che:

  • permettono un sostanziale risparmio di tempo e risorse per l’azienda che seleziona, ma anche per il candidato che non è costretto a spostarsi per una prima valutazione del CV e delle conoscenze
  • abbattono i confini spaziali e trovare lavoro al di fuori della tua area di residenza potrebbe essere più semplice di prima
  • consentono di ridurre il numero di giorni che solitamente passano tra il primo contatto con il candidato e l’accettazione dell’offerta di lavoro

Se poi le aziende sono anche dotate di software per la successiva selezione del personale:

  • possono essere usate tecniche nuove come la video-intervista, un vero e proprio colloquio con il candidato per una prima individuazione dei profili con le skill ricercate
  • possono essere usati algoritmi di analisi delle competenze e persino dei tratti comportamentali di un candidato attraverso informazioni e documentazioni che hai disseminato più o meno consapevolmente in rete.

Il digital recruiting, insomma se ben pianificato, può dare alle aziende la possibilità di raggiungere con il minor sforzo possibile il maggior numero di persone con le giuste skill; ai giovani laureati o laureandi, se in possesso della strategia per essere intercettati, molte più occasioni per entrare nel mondo del lavoro.

Questo è anche il motivo per il quale, sempre più aziende cercano figure in grado di utilizzare software per il digital recruiting e, soprattutto, che abbiano le capacità per un uso avanzato dei social e dei principali tool per il social recruiting.

Digital recruiting: chi sono i nuovi professionisti delle risorse umane

I nuovi professionisti del recruiting e delle risorse umane sono figure strategiche e vicine al mondo del marketing e della comunicazione, con un profilo sempre più manageriale e meno amministrativo.

Sanno utilizzare i social al livello professionale, conoscono le tecniche di analisi dei profili, sanno gestire gruppi e videocall, si occupano di “Employer Branding” per costruire una reputazione aziendale che coincida con quella del “posto di lavoro ideale”, hanno skills orientate al digitale ed affrontano il processo di selezione del personale in maniera più smart ed innovativa, secondo criteri di efficienza.

Se dunque vuoi avere un ruolo manageriale nel settore HR, allora ti serve un master post laurea per lavorare nel settore delle risorse umane che ti possa rendere competente e con le conoscenze giuste e pratiche per il social recruiting.

Il Master in Digital & Social Media Recruiting di Radar Academy, la Business School di Radar Consulting, che ti offre anche uno stage garantito e retribuito e una consulenza di carriere inclusa attraverso il servizioconsulenza di carriera.

Condividi questo articolo

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli Correlati

Crediti

ASSOCIATA
ASSEPRIM
AUTORIZZATA
MINISTERO DEL LAVORO
ASSOCIATA
ASFOR
AUTORIZZATA
REGIONE LOMBARDIA
SUPPORTIAMO
AIDP