Community manager, cosa fa e perché è importante

I social media hanno rivoluzionato il nostro modo di socializzare e il loro impatto sta diventando sempre più cruciale, soprattutto sulla Generazione Z. Essi rappresentano lo strumento più potente per analizzare, condividere e sviluppare la notorietà di un brand.

Il Community Manager è colui che all’interno dell’azienda si occupa di gestire la comunità online, progettando e coordinando le attività comunicative in base ai principi alla base del brand. Ma questa figura ha un impatto importante anche offline.

Quali sono le competenze del Community Manager

Le competenze tecniche richieste da questo profilo professionale riguardano naturalmente il funzionamento delle principali piattaforme social. Ma al di là delle nozioni tecniche, la validità di un Community Manager risiede principalmente nell’efficacia delle soft skills che riesce a impiegare.

Sensibilità e delicatezza nel trattare con il pubblico sono dei plus irrinunciabili. Il Community Manager deve inoltre dimostrare una chiara visione dei valori aziendali, che devono trasparire nelle interazioni con il pubblico e deve saper modulare il Tone of voice, in base al tipo di piattaforma specifico. Difatti, diversi possono essere i touch-point previsti dal business aziendale e che richiedono l’attenzione del Community Manager che deve trovare il giusto equilibrio tra mission aziendale e tendenze social, impostando le modalità di comunicazione, gli strumenti e le tematiche di discussione.

Che differenza c’è tra il Community Manager e il Social Media Manager

Il Community Manager e il Social Media Manager sono entrambe figure professionali che si occupano della parte online del business, ma seguendo obiettivi e procedure operative ben distinte.

Il primo gestisce tutte le attività attenenti alle interazioni con i fan e i follower. Il suo compito è quello di accogliere i bisogni degli utenti virtuali per ottenere risposte, risolvere problemi, gestire lamentele e ringraziamenti provenienti dalla presenza aziendale online.

Il Social Media Manager si occupa principalmente di analisi e produzione di contenuti organici, di impostare il piano editoriale, programmare gli annunci e così via.

Il delicato ambito della Web Reputation

La Web Reputation è costituita dalla percezione che gli utenti del web hanno dell’azienda. Il problem solving diventa una competenza necessaria quando si tratta di visibilità e reputazione online. C’è in gioco l’immagine dell’azienda ed è un fattore tanto delicato quanto potenzialmente devastante, qualora il flusso di interazioni non venisse gestito tempestivamente ed efficacemente. Non si tratta solo dei social, quindi, ma anche dei siti e delle piattaforme che consentono di recensire i prodotti e i servizi acquistati.

Il Community Manager deve valutare e promuovere la reputazione aziendale online ottimizzando i contenuti in ottica SEO e gestendo le conversazioni con modelli testuali, relazionandosi con tutte le figure manageriali interessate allo sviluppo delle azioni commerciali e di marketing.

Scopri le opportunità nel campo del Digital Marketing offerte da Radar Academy, clicca qui per i dettagli sull’offerta formativa.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin