Come scegliere l’azienda giusta in cui lavorare

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Sei alla ricerca di un lavoro ma non sai da dove partire? Bene, allora dovresti farlo partendo dalle numerosissime opportunità di carriera che si presentano in rete, scegliendo quella più stimolante, in grado di garantire un salto di qualità in termini professionali. E’ opportuno, però, capire se l’annuncio di lavoro al quale ci siamo candidati fa davvero al caso nostro o perlomeno l’azienda nella quale intendiamo lavorare rispecchia realmente i nostri valori.

In un periodo come quello attuale, contrassegnato dall’emergenza Covid-19 e dalla preponderante presenza della digital transformation, tutto cambia velocemente. Occorre, in tal senso, fin da subito portare a termine gli obiettivi richiesti. Ma come facciamo a capire se un’azienda è quella giusta per noi? In questo articolo, parleremo di alcuni semplici consigli da seguire prima di investire il nostro tempo e risorse presso un nuovo contesto lavorativo.

Cosa significa trovare un nuovo lavoro?

Se da un lato dare il massimo in una nuova esperienza professionale potrebbe in un certo senso comportare un notevole dispendio di energie, dall’altro potrebbe essere fonte di soddisfazione personale. In base a quanto si apprende su ‘Joy Consulting’, piattaforma specializzata in consulenza professionale nell’ambito delle Risorse Umane, ci sono alcuni piccoli, ma preziosi passaggi, da considerare prima di cimentarsi in una nuova struttura organizzativa.

Eccone alcuni:

  • Prepararsi in anticipo. Non dobbiamo attendere il giorno del colloquio di lavoro per capire cosa fare e come farlo. E’ opportuno muoversi in anticipo, individuare con una certa rapidità quelli che possono essere considerati gli obiettivi di un’azienda ed essere costantemente aggiornati sulle iniziative/notizie relative all’azienda;
  • Investire sulla formazione. Questo significa muoversi in tempi rapidi anche sulla formazione. Non è necessario aspettare che ci venga assegnato un nuovo compito per comprendere su quali aspetti formativi dobbiamo investire;
  • Fare networking. Anche in questo caso, iniziare a conoscere i propri colleghi su LinkedIn, ad esempio, prima di incontrarli dal vivo sul posto di lavoro, può essere considerato un vero e proprio valore aggiunto per creare fin da subito un clima favorevole;
  • Essere proattivi. Ci sono situazioni nelle quali non c’è bisogno che qualcuno ci venga a dire cosa fare. A volte, basta semplicemente agire e proporre nuove idee, progetti e scambiare opinioni per produrre un confronto stimolante con i propri colleghi e sentirsi parte attiva di un’organizzazione.

Chiaramente, alla base della ricerca di un nuovo impiego è fondamentale chiedersi anche quali sono i motivi che ci spingono a trovare lavoro. Il nuovo incarico non è così stimolante come pensavamo? Non siamo soddisfatti dal punto di vista economico? Non riusciamo a far conciliare i tempi da dedicare al lavoro con quelli della vita privata? Appena svegli al mattino non vediamo l’ora che la nostra giornata lavorativa giunga al termine? Se ci siamo posti almeno una di queste domande, allora significa che abbiamo proprio bisogno di “cambiare aria.”

Secondo quanto si apprende da ‘Business Insider’, piattaforma dedicata alle news di tecnologia, finanza, mercati, business e management, spesso, è proprio l’assenza di opportunità di crescita professionale ad innescare una serie di perplessità nei confronti dei dipendenti.

Bisogna, invece, considerare che anche le esperienze negative sul lavoro si rivelano efficaci. Per questo, riflettere su ciò che vogliamo e sui nostri bisogni intrinseci può avvicinarci sempre di più al lavoro che fa al caso nostro. Quel che è certo è che agire d’impulso non è così vantaggioso. Occorre prendersi del tempo, riflettere sugli aspetti che non ci convincono sul posto di lavoro, valutare se effettivamente esistono possibilità di crescita professionale e vedere se siamo disposti ad accettare anche eventuali problematiche sul lavoro prima di prendere una soluzione definitiva.

Il self-care in azienda

Altro aspetto fondamentale da non trascurare è il rispetto verso sé stessi. Questo significa che scegliere l’azienda che fa al caso nostro implica ascoltare i nostri desideri, aspirazioni e obiettivi. Per farlo, occorre valorizzarsi al meglio, anche al lavoro. In base a quanto suggerisce ‘Just Knock’, start up dedicata allo sviluppo di nuovi talenti, esistono alcuni steps da seguire sul posto di lavoro, per comprendere realmente se l’azienda nella quale lavoriamo rispecchia davvero noi stessi:

  • Interagire con il capo. Per verificare se all’interno di un contesto lavorativo viviamo realmente in un clima collaborativo, il primo consiglio da tenere in considerazione è quello di parlare con il proprio capo. Se gli incarichi che ci sono stati assegnati sono troppi o abbiamo avuto modo di riscontrare eventuali problematiche, occorre stabilire un dialogo con il datore di lavoro, al fine di instaurare un rapporto di fiducia. Se ciò non dovesse avvenire, significherebbe che c’è poca disponibilità da parte sua nel venire incontro ai nostri problemi;
  • Valorizzare i propri successi. In questo passaggio, è importante dare spazio agli obiettivi raggiunti. Crearsi, ad esempio, una cartella sul desktop oppure segnarsi su un’agenda i traguardi professionali raggiunti è sicuramente un elemento che ci spinge a tirare il meglio di noi ogni giorno;
  • Rendere l’ambiente lavorativo un po’ più “nostro”. Una foto con i genitori, figli o amici è già un modo per avere una certa familiarità anche con la nostra “scrivania”;
  • Prendersi cura di sé stessi. Concedersi una pausa durante la propria attività lavorativa è fondamentale se vogliamo dare il massimo. “Ricaricarsi” con del cibo salutare e dedicarsi all’attività fisica quando è possibile sono indubbiamente elementi che giocano a nostro favore anche in termini di produttività sul lavoro.

Imparare a porci delle domande sul futuro lavorativo, chiederci se siamo felici e investire del tempo su noi stessi rappresentano quelle azioni che ci spingono a migliorarci ogni giorno sempre di più e per comprendere se l’azienda nella quale ci troviamo è davvero quella giusta per noi!

Tutti i Master in partenza
e in corso di erogazione si svolgeranno regolarmente e nel rispetto delle misure anti-Covid19 per la tutela della salute e della sicurezza.