__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Se stai completando gli studi universitari o sei alla ricerca di un lavoro, probabilmente stai valutando la possibilità di fare uno stage. Ecco quello che devi sapere per ottenerne uno retribuito. Cos’è lo stage? Stage è una parola francese (quindi si pronuncia stà∫ con l’accento sulla A) che significa letteralmente addestramento e viene usata nel linguaggio comune per indicare un periodo di pratica per imparare una professione o un’attività. Il significato principale, però, si è arricchito di altre sfumature che rendono lo stage una delle opportunità del post-lauream o del post-diploma più interessanti per i giovani come te che vogliono entrare nel mondo del…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Business plan: definizione Il business plan è un documento strategico che comprende gli aspetti principali legati allo sviluppo di un’azienda e ne descrive l’idea di business. Si rivela utile per la gestione dell’attività imprenditoriale e per la comunicazione esterna, in particolare verso finanziatori e investitori. Come fare un business plan È importante scriverlo in modo chiaro, leggibile e sintetico in quanto tale documento potrebbe essere presentato anche a possibili finanziatori. Segue l’ordine delle varie sezioni che compongono il business plan: Indice: elenca le varie sezioni presenti nel documento e le relative pagine in cui trovarle. Lo scopo è di rendere più semplice la consultazione….

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Soft skill e hard skill cosa sono Il mondo del lavoro oggi ricerca con sempre maggiore interesse le soft skill: abilità personali, immateriali e non tecniche, che influenzano il proprio modo di lavorare e le interazioni con gli altri. Diversamente, le hard skill, sono abilità apprese durante il proprio percorso formativo e lavorativo. Si tratta di capacità difficili da apprendere ma documentabili mediante certificazioni e, per questo, quantificabili. Le competenze personali sono utili tanto nel lavoro quanto nella vita privata in quanto permettono di ottenere vantaggi di vario tipo. Nell’ambito professionale, infatti, le competenze tecniche da sole non bastano per conseguire i propri obiettivi….

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Se da un lato rispondere bene alle domande di un potenziale recruiter può essere considerato un elemento a nostro favore, dall’altro per essere realmente vincenti bisogna anche saper porre, ad un selezionatore, le “giuste” domande durante un colloquio di lavoro. Dimostrare i motivi che ci hanno spinto ad inoltrare la nostra candidatura verso un determinato annuncio di lavoro è fondamentale per fare una buona impressione con il recruiter. Ecco perché occorre conoscere quelle che possono essere considerate le domande più appropriate da porre nei confronti di un selezionatore durante un colloquio di lavoro. Quali domande fare al selezionatore In base a quanto si legge…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Tutte le aziende, anche se spesso non ne riconoscono l’importanza, hanno bisogno di una figura che faccia da anello di congiunzione tra il dipartimento delle Risorse Umane e dipendenti. Avvalersi di questa figura professionale significa dotare l’azienda di un HR Generalist. Ma di cosa parliamo nello specifico? E quali sono le principali mansioni svolte da un HR Generalist? Cosa fa un HR Generalist Le sue attività, secondo quanto si legge su Risorse Umane HR, una piattaforma dedicata alla gestione delle Risorse Umane, Ricerca e Selezione del personale, hanno a che fare con il supporto all’Ufficio del personale e/o alla direzione Risorse Umane in merito…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Lo smart working, innescato in maniera preponderante dall’emergenza Covid-19, ha inevitabilmente trasformato le modalità di selezione da parte delle aziende e le modalità di lavoro. Chi non si è chiesto negli ultimi mesi se è possibile “sognare” un avanzamento di carriera nonostante lo smart working? Se anche a te è capitato, devi sapere che si tratta di un interrogativo più che lecito. Lo hanno fatto il Wall Street Journal, ma anche Forbes, secondo quanto riporta un articolo di ‘HR Link’, nel quale emergono alcune utili indicazioni su come diventare appetibili sul mercato del lavoro pur lavorando da remoto. Come emergere con lo smart working…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Che cos’è l’Assessment? La parola assessment deriva dal latino assidere, “sedere come giudice”. In inglese significa valutare, ossia “accertare il valore (di qualcosa)”. L’Assessment è una metodologia di valutazione che permette di verificare se un candidato possiede le competenze giuste per ricoprire una determinata posizione in azienda. Ma quali sono le competenze personali più richieste? In genere si valutano le capacità di: analizzare e risolvere un problema, prendere decisioni, affrontare efficacemente situazioni complesse, raggiungere obiettivi in collaborazione con altre persone, gestire le relazioni interpersonali. Come si svolge un Assessment? Un Assessment può svolgersi in una o più giornate. Solitamente si tratta di esercitazioni di…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Con la pandemia, anche il colloquio di lavoro è cambiato. Per via dello smart working, catturare l’attenzione di un recruiter non è un’operazione di poco conto. Zoom, Meet, Teams, WhatsApp. Chissà quante volte negli ultimi mesi ti sarà capitato di avere a che fare con almeno una di queste piattaforme, anche per un colloquio di lavoro. Ma oltre a saper utilizzare tali strumenti è importante che tu riesca ad emergere anche durante un colloquio a distanza. Come fare? Cinque cose da sapere per emergere durante un colloquio La prima cosa da fare è prestare attenzione al linguaggio del corpo, uno dei principali oggetti di…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Hai sostenuto un colloquio di lavoro e dopo qualche settimana non hai ancora ricevuto alcuna risposta dall’azienda? A chi non è capitato, almeno una volta, di trovarsi in una situazione del genere? Cosa fare in questo caso. Se dopo qualche settimana non hai ricevuto alcun tipo di comunicazione da parte dell’azienda con cui hai sostenuto un colloquio di lavoro, tocca a te agire! Innanzitutto, al termine di un colloquio di lavoro dovresti chiedere al responsabile HR la data prevista per la scelta del candidato. Inoltre, potresti anche inviare anche una mail o contattare telefonicamente l’azienda per continuare a dimostrare il tuo entusiasmo. Altro aspetto…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
La lunghezza del curriculum vitae incide durante sulla candidatura ad un annuncio di lavoro? Certamente. Inutile girarci attorno. Per essere davvero ideale, un cv non può chiaramente essere composto da 10 pagine. Una o al massimo due pagine, se scritte efficacemente, possono rivelarsi vincenti. In questo articolo ti sveleremo alcuni semplici passaggi da seguire per scrivere un cv di successo. I consigli per un curriculum vitae perfetto Hai bisogno di scrivere il tuo cv e non sai quali sono gli errori da evitare? Ecco alcune utili indicazioni per compilare il tuo “biglietto da visita”: Utilizzare modello e layout funzionali. In base a quanto emerge…