__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Il settore Risorse Umane o Human Resources, spesso abbreviato in HR, offre un percorso professionale affascinante e ricco di prospettive. Lavorare nelle Risorse Umane è una delle aspirazioni di molti laureandi e laureati che vogliono iniziare una carriera che può diventare molto soddisfacente e può permetterti di entrare in ogni tipo di azienda – piccola o grande – dopo aver concluso gli studi. I professionisti delle Risorse Umane si occupano principalmente della gestione del personale in azienda, sia per quanto riguarda l’aspetto amministrativo che quello organizzativo. Lavorare nelle Risorse Umane implica non solo saper curare il processo di selezione del personale, con l’obiettivo di identificare i…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Tutte le aziende, anche se spesso non ne riconoscono l’importanza, hanno bisogno di una figura che faccia da anello di congiunzione tra il dipartimento delle Risorse Umane e dipendenti. Avvalersi di questa figura professionale significa dotare l’azienda di un HR Generalist. Ma di cosa parliamo nello specifico? E quali sono le principali mansioni svolte da un HR Generalist? Cosa fa un HR Generalist Le sue attività, secondo quanto si legge su Risorse Umane HR, una piattaforma dedicata alla gestione delle Risorse Umane, Ricerca e Selezione del personale, hanno a che fare con il supporto all’Ufficio del personale e/o alla direzione Risorse Umane in merito…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Selezionare un potenziale candidato all’interno di un’azienda è un’operazione molto più complessa di quello che sembra. A fare i conti con tutta una serie di variabili imprescindibili nella fase di inserimento di una nuova risorsa è il recruiter, vale a dire colui che si occupa di identificare, valutare e selezionare il candidato più idoneo alla posizione lavorativa ricercata. Considerando che negli ultimi anni, la digital transformation ha avuto un impatto non indifferente nei dipartimenti HR, anche la fase di selezione ha dovuto adeguarsi alle nuove modalità di ricerca e inserimento del personale in azienda, tant’è che ad oggi la figura preposta a questo tipo…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Tra le innumerevoli figure in ambito sales spicca quella del Key Account Manager. Un ruolo che ha a che fare con la gestione dei clienti e del team di venditori che gli viene assegnato. Il Key Account Manager ha il compito di offrire consulenze nei confronti dei consumatori, stabilire un rapporto di fiducia con loro e renderli soddisfatti della propria scelta.  Di cosa si occupa il Key Account Manager Non un semplice venditore, ma un manager a tutti gli effetti, che spesso si ritrova a interfacciarsi anche con grossi clienti, i quali a loro volta non possono fare altro che garantire importanti vantaggi in…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Quando gli uomini non potevano comunicare attraverso la scrittura in che modo venivano trasmesse le informazioni? Sicuramente con l’”arte del racconto”.  Fin da piccoli non facciamo altro che raccontare storie nuove e accattivanti di fronte ai nostri interlocutori. Ma se da un lato possiamo applicare questo meccanismo nella maggior parte dei contesti della nostra vita quotidiana, come ci comportiamo nel business? O meglio, cosa significa realmente fare storytelling nel marketing? Storytelling marketing, cos’è All’interno di un’azienda, raccontare una storia che susciti emozioni nei confronti del target di riferimento è un’operazione imprescindibile se vogliamo potenziare le vendite nei confronti di un prodotto o servizio. A…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Cosa significa assumere un nuovo candidato ai tempi della digital transformation? Per comprendere le strategie messe a punto dalle aziende per valutare una potenziale risorsa è bene approfondire il concetto di social recruiting. Complice l’emergenza Covid-19, ad oggi, il processo di selezione del personale è un’attività particolarmente fondamentale per vedere cosa sta accadendo sul mercato del lavoro. Farsi notare è semplice, ricordarsi di un candidato è un’altra cosa.  Cos’è il Social Recruiting Si tratta del fenomeno mediante il quale i recruiters selezionano nuovi candidati attraverso i social network, strumenti che permettono di far emergere i punti di forza dei profili più idonei ad un…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Nell’ambito del B2B (business to business) si sente spesso parlare dell’Account Based Marketing, senza però conoscerne a fondo le peculiarità. Sono numerose le strategie di marketing presenti all’interno di una struttura organizzativa. Ma quali sono quelle sulle quali puntare? L’Account Based Marketing è simile all’Inbound Marketing? Prima di rispondere a questi interrogativi occorre partire dalle basi.  Cos’è l’Account Based Marketing Si tratta di una strategia che consente di identificare aziende target specifiche ed elaborare attività ad hoc con l’obiettivo di attrarre nuove realtà imprenditoriali. L’Account Based Marketing può essere, dunque, definito come una sorta di filo conduttore tra il reparto commerciale e quello del…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Fare branding al posto giusto nel momento giusto è un’attività imprescindibile per le aziende. Ma lo è soprattutto durante la customer experience (esperienza del consumatore) nell’ambito del processo di acquisto. Ad oggi si sente spesso parlare di brand management, ma cosa significa effettivamente occuparsi della gestione del marchio? Scopriamo quali sono i passaggi che caratterizzano questa importante operazione di marketing. Cos’è il Brand Management Un insieme di tecniche e strategie con l’obiettivo di creare un valore aggiunto sul marchio e sulla percezione dei consumatori. Il primo step per fare brand management è la scelta del nome di un marchio. In questo caso, occorre scegliere…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Se in passato avere una laurea in Giurisprudenza significava intraprendere una carriera come avvocato, notaio e magistrato, ad oggi le cose sono cambiate. Ci sono, infatti, numerosi sbocchi alternativi altrettanto gratificanti. Considerando che l’attuale mercato del lavoro è sempre di più alla ricerca di figure professionali all’avanguardia, occorre tenere in considerazione i nuovi sbocchi alternativi per i laureati in Giurisprudenza. “Dopo giurisprudenza non voglio fare l’avvocato” Saper cogliere le sfide del mercato del lavoro, identificandone le reali opportunità, rappresenta il primo step per essere vincenti rispetto ai nostri principali competitors.  Individuare degli sbocchi alternativi dopo una laurea in Giurisprudenza è un’opportunità dalla quale possiamo…

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Trovare una soluzione immediata di fronte ad un problema sul lavoro è possibile. In che modo? Prima di conoscere il tipo di approccio da utilizzare in un contesto problematico a livello professionale occorre essere consapevoli di quanto le nostre decisioni, nonché le responsabilità, possano influire sulla struttura organizzativa di un’azienda. Ecco che in tal senso, subentra il problem solving, ovvero la capacità di risolvere dei problemi a prescindere dai contesti in cui ci troviamo. Sul posto di lavoro potremmo citare numerosi esempi di problem solving, ma per ora ci limiteremo a comprendere cosa si cela dietro ad una capacità così richiesta dal mondo del…